Perché si ricorre al lifting delle braccia?

L’eccessiva perdita di peso o la poca elasticità della pelle può provocare un rilassamento della cute e la comparsa di pieghe fastidiose che, per molti, rappresentano un disagio sia fisico che psicologico.

Una delle zone in cui spesso si verifica il fenomeno del cedimento cutaneo è la parte interna delle braccia. Il Lifting delle braccia, quindi, permette di dire addio per sempre all’inestetismo della pelle, rimuovendo la cute pendente e ridonando tonicità.

Descrizione dell’intervento

L’intervento può essere eseguito utilizzando diverse tecniche, ognuna delle quali sfrutta un particolare tipo di taglio:

  • Cicatrice ascellare: quando l’eccesso di pelle è presente nella sola zona ascellare.
  • Cicatrice orizzontale: quando l’eccesso di pelle ripercorre tutta la lunghezza della parte superiore del braccio, dall’ascella fino al gomito. In questo caso, viene effettuato un taglio perpendicolare a quello ascellare, in modo da agire sull’intera zona colpita.

In entrambi i casi, l’intervento viene effettuato in anestesia totale, salvo eccezioni, e può durare da una a due ore.

Post intervento

Dopo l’intervento si consiglia al paziente di portare, per circa un mese, una guaina alle braccia, in modo da contenere la zona ed evitare movimenti bruschi.

Si raccomanda, inoltre, di sospendere l’attività fisica per almeno due mesi, al fine di agevolare il riassorbimento completo dei punti.